Per un’evigilanza repubblicana

Riportiamo di seguito un appello, pubblicato su Marianne, firmato da diciassette personalità della destra, del centro, dell’ecologia e della sinistra repubblicana. Una situazione eccezionale richiede una riunione senza precedenti…

Strane cose stanno accadendo nella nostra Repubblica. L’attuale presidente aveva promesso una rottura con il passato. C’è una pausa, ma non solo come è stato annunciato.

Un governo emarginato, il cui lavoro è stato pre-masticato dai consiglieri del Principe. Rottura.

Un presidente che sembra disertare la funzione, parlando alternativamente da credente o da laico. Rottura.

Un presidente che vuole mettere la politica nei numeri, come se si trattasse di vendere piselli. Una pausa.

Un presidente che intende guidare le sue squadre come un gestore di un ipermercato, distribuendo punti ottimi e cattivi, bonus o sanzioni. Una pausa.

Un presidente che rimane il leader di un partito e il cui dominio riservato è più il municipio di Neuilly che la politica di difesa. Una pausa.

Un presidente che pretende di sostituire il tradizionale contraddittorio tra maggioranza e opposizione con una messa in scena delle differenze tra i suoi cortigiani e i suoi ministri. Una pausa.

Un presidente che dice che deve essere felice per governare il paese. Rottura.

Un presidente che annulla i suoi appuntamenti serali e mattutini per vivere appieno il suo matrimonio. Rottura.

La lista è lunga delle sorprendenti innovazioni che, volontariamente o involontariamente, Nicolas Sarkozy ha introdotto nella politica presidenziale. Questo nuovo corso suscita quindi preoccupazione, persino ansia. È questa ansia, che probabilmente aumenterà nelle settimane e nei mesi a venire, che si riflette nell’appello repubblicano di diciassette politici che riproduciamo qui sotto. Non dobbiamo sbagliarci sul suo significato: se figure politiche di primo piano abituate da anni a confrontarsi sulla scena pubblica corrono il rischio di firmare lo stesso testo pochi giorni prima di un ballottaggio che il presidente ha annunciato sarà politico, se questo appello è stato firmato da diversi politici della destra repubblicana, è perché il contesto politico creato da otto mesi di Sarkozysm è totalmente inedito.

Da leggere. Per meditare.

Prima di recitare?

Il risultato delle elezioni presidenziali americane è conosciuto in anticipo
Giustizia e solidarietà nazionale